domenica 8 luglio 2012

Obiettivo Olona



da http://lombardia.legambiente.it/contenuti/campagne/obiettivo-olona

La qualità delle acque del fiume Olona e dei suoi affluenti Bozzente e Lura rimane preoccupante anche in prospettiva dell’entrata in vigore dei parametri definiti dalla direttiva 2000/60 che richiede, entro la fine del 2016, il raggiungimento di un giudizio di qualità "buono" per tutti i corsi d’acqua superficiali. Purtroppo la mancanza di collettamento e di depuratori funzionanti, oltre al forte impatto legato al carico diffuso e all’impermeabilizzazione del territorio limitrofo, hanno reso questo corso d’acqua un recettore di scarichi di varia tipologia piuttosto che una via d’acqua vitale e dinamica.
L'Olona è un fiume di 131 km lunghezza e di 1.038 km² di bacino il cui corso si sviluppa interamente in Lombardia. Il corso dell'Olona conosce una profonda discontinuità rappresentata dalla città di Milano: le sue acque infatti entrano nel nodo idraulico milanese attraverso un sistema complesso di opere, in gran parte sotterranee, da cui vengono dirottate nel Lambro Meridionale, corso d'acqua tributario del bacino del Lambro, mentre il basso corso del fiume risulta alimentato da acque di risorgenza e cavi irrigui. Lungo l'Olona la qualità delle acque viene monitorata nelle stazioni di Varese, Lozza, Fagnano Olona, Legnano e Rho. Nelle parta alta del suo corso, l'acqua del fiume risulta di qualità "sufficiente", ma lo stato di alterazione peggiora rapidamente e, all'altezza di Legnano, il fiume entra nella classe "pessima", che si mantiene nel successivo tratto a valle, fino a Milano. Nella presente proposta intendiamo occuparci della porzione di bacino posta a monte della città di Milano, nelle province di Milano, Como e Varese, con la consapevolezza che le azioni di risanamento delle acque in questo territorio avranno effetti positivi anche in tutto il reticolo che costituisce il sistema 'scolante' della città di Milano.
Indubbiamente il risanamento delle acque dell'Olona, e dei suoi affluenti Lura e Bozzente, rappresenta una sfida talmente impegnativa da poter essere definita 'eroica', ma non impossibile, con la consapevolezza che la portata naturale estremamente ridotta (o addirittura nulla, per diversi tratti degli affluenti) di questi corsi d'acqua in rapporto ai carichi inquinanti  rappresenta un grande vincolo per il raggiungimento di buoni risultati. Occorre partire da una adeguata prestazione degli schemi di collettamento e trattamento degli scarichi, ma essere pronti anche per mettere in campo azioni e strategie innovative. Tenendo presente che all'interno del bacino dell'Olona giace anche lo spazio in cui verrà allestito lo spazio dell'Esposizione Universale del 2015: giungere a questa scadenza (un anno prima dell'entrata in vigore degli obblighi della direttiva acque) con un buon risultato in termini di risanamento dei corsi d'acqua superficiali rappresenterebbe senz'altro un ottimo biglietto da visita per la Lombardia in un momento che di sicuro fornirà una grande visibilità internazionale al nostro Paese.


Olona Progetto
View more presentations from Iniziativa 21058

“Ciclopasseggiando in Valle Olona“

E stata presentata alla Liuc - Università Cattaneo la Guida “ Ciclopasseggiando in Valle Olona “alla scoperta dei tesori dei paesi l...