venerdì 28 settembre 2012

Festival Valle Olona 2012

Riceviamo e volentieri diffondiamo  il libretto della nuova edizione del Festival, l'inaugurazione sarà il 13 ottobre in una Fabbrica dismessa in Valle con un interessante evento che unirà arte visuale a musica e movimento.

Libretto Festival ValleOlona

Sperando di vederci in occasione dell'inaugurazione


A prestissimo
Festival Valle Olona
Segreteria Organizzativa


venerdì 21 settembre 2012

un Grazie alla Provincia di Varese

Grazie al piano di Indirizzo Forestale della Provincia di Varese 
il Bosco detto "Il Querceto" è salvo.

"...in particolare nei comuni di Busto Arsizio, Castellanza, Olgiate O. e Solbiate O., mantenimento e incremento delle dotazioni forestali esistenti (nelle aree di pianura), delle macchie forestali con l’obbligo di adozione di regolamenti locali di salvaguardia..."



Altrimenti questo sarebbe stato il risultato....

... ricordandolo solo grazie a questo  filmato




mercoledì 19 settembre 2012

La settimana europea della mobilità sostenibile ma non in Valleolona

Questi giorni sono dedicati alla Settimana della Mobilità Sostenibile, promossa dall'Unione Europea.


Purtroppo le Amministrazioni della nostra Valleolona se ne sono dimenticate. Riprendiamo quano scritto su BLOGOLONA

...Come precisato dal Ministero dell'Ambiente italiano, "La Settimana Europea è un’occasione per i Comuni per presentare proposte alternative e sostenibili per i cittadini e ottenere da questi un utile feedback".
Per una serie di paesi a parole sempre pronti a lanciarsi in nuove iniziative all'insegna della collaborazione, quale occasione migliore per sfruttare in tal senso quel patrimonio rappresentato dalla Pista ciclopedonale della Valle Olona? Magari, cogliendo l'occasione per aumentarne la popolarità anche al di fuori dei confini comunali o, viceversa, spingendo i sempre più numerosi frequentatori a conoscere (bastano semplici cartelli segnaletici) un enorme patrimonio storico e artistico poco sopra gli alberi che delimitano il tracciato. Nella peggiore delle ipotesi, una buona ragione per svuotare i traboccanti cestini lungo il percorso o eseguire un minimo di manutenzione.

Casualmente, quest’anno l’argomento scelto dalla Comunità Europea è proprio Muovendosi verso la giusta direzione, che "intende evidenziare il ruolo della pianificazione integrata per la realizzazione di un’efficace sistema di mobilità sostenibile in ambito urbano".

Facile invece intuire la risposta della Valle Olona: silenzio totale su tutta la linea. Anzi su tutto il fiume. Per trovare iniziative è necessario spingersi a Varese, dove invece il programma è stato studiato per tempo, ricco e variegato al punto da risultare invitante sia per ciclisti sia per i curiosi poco propensi all'uso delle due ruote.

Anche questa è passata. Un'altra occasione gettata al vento va ad aggiungersi alle tante dei mesi e degli anni scorsi. A voler essere ottimisti a tutti i costi, ci si può solo augurare che sia almeno una delle ultime.

Geppe
 
 

venerdì 14 settembre 2012

PGT Ultimi Atti

COMUNE DI SOLBIATE OLONA
PROVINCIA DI VARESE


ORDINE DEL GIORNO del CONSIGLIO COMUNALE

della seduta ORDINARIA del 20-09-2012 ORE 21.00

seconda convocazione 21 SETTEMBRE ore 21.00

1.    ESAME, OSSERVAZIONI E APPROVAZIONE CONTRODEDUZIONI AL P.G.T.

Il PGT (Piano di Governo del Territorio) è un nuovo strumento urbanistico, articolato in più atti, che il Comune di Solbiate Olona sta adottando per definire l’assetto dell’intero territorio comunale.

Il 20 settembre  sarà inaugurata la mostra  PICASSO a Milano 
... forse serviva la sua mano per rappresentarlo...come GUERNICA

 
« È lei che ha fatto questo?»
«No ... voi »

   
(Risposta di Picasso all'amabasciatore tedesco Otto Abetz,
in visita al suo studio, di fronte ad una fotografia di Guernica)




Guernica è il titolo di un noto dipinto di Pablo Picasso, realizzato dopo il bombardamento aereo della città omonima durante la guerra civile spagnola da parte della Legione Condor, corpo volontario composto da elementi della tedesca Luftwaffe, il 26 aprile 1937.

martedì 11 settembre 2012

11 Settembre - Molto forte incredibilmente vicino

Molto forte, incredibilmente vicino (Extremely Loud and Incredibly Close) è il secondo romanzo di Jonathan Safran Foer, pubblicato nel 2005. È stato uno dei primi romanzi ad affrontare il tema degli attacchi terroristici dell'11 settembre.


Oskar Schell, ragazzino di 9 anni che sceglie abiti bianchi e amante delle invenzioni, ci conduce nelle strade di New York alla ricerca di qualcosa da aprire con una chiave: è la chiave trovata per caso nel magazzino del papà, la cui tragica scomparsa negli attentati dell'11 settembre lo ha segnato profondamente. La narrazione è intervallata dalle lettere della nonna e del nonno, che ricordano l'infanzia a Dresda, l'arrivo della guerra e l'inizio della loro vita insieme a New York. La ricerca di Oskar è accompagnata anche dalle immagini che egli cattura con la sua macchina fotografica, le quali ci consentono di vedere il mondo attraverso i suoi occhi.


Dal romanzo  è stato tratto nel 2011 un film dal titolo omonimo diretto da Stephen Daldry,


 « I ricordi servono per non dimenticare, ciò che viene seppellito non è perché noi lo troviamo ma perché lui venga trovato.»
 dal primo libro "Ogni cosa è illuminata" dello stesso scrittore statunitense Jonathan Safran Foer, pubblicato nel 2002. Da esso è stato tratto un omonimo film nel 2005. Il romanzo è ispirato alla vicenda personale dell'autore, che nel 1999 viaggiò in Ucraina per fare ricerche sulla vita di suo nonno. Il titolo del romanzo è una citazione da L'insostenibile leggerezza dell'essere di Milan Kundera

lunedì 10 settembre 2012

Il primo "vero" giorno di Scuola

Alcuni spunti sull' inizio dell' Anno Scolastico dall' articolo di Alessandro d' Avena su La Stampa di oggi:

 I libri più odiati dagli Italiani? Quelli che si studiano a scuola: in vetta la Divina Commedia. Però se Benigni la racconta tutti se ne innamorano. Come mai?


Credo che ciò valga anche per le materie scientifiche. A quante banalità si sottrarrebbero i nostri ragazzi se imparassero ad amare il mistero e lo stupore del mondo che la scienza prova a scandagliare con rigore e raziocinio. Una mia collega di scienze è diventata professoressa perché il suo professore durante l'ora di scienze poneva solo “perché” da risolvere: le spiegazioni nascevano dalla comune ricerca della risposta. L'entusiasmo era tale ricorda a memoria quei quesiti: “Perché se metto una ciliegia in un bicchiere di acqua calda l'acqua si colora di rosso?”....


...Socrate inaugurò lo stile occidentale del sapere e della scuola, e lo fecero fuori non solo allora. Alcibiade gli chiede: “Conoscere se stessi molte volte, Socrate, mi è sembrata una cosa alla portata di tutti, molte volte, invece, assai difficile”.
Socrate, in dialogo con i suoi allievi – il dialogo è infatti per lui il logos (parola, discorso, ragione) che passa attraverso (dia-) le persone alla ricerca della verità – risponde:
“Tuttavia, Alcibiade, che sia facile oppure no, per noi la questione si pone così: conoscendo noi stessi potremo sapere come dobbiamo prenderci cura di noi, mentre se lo ignoriamo, non lo potremo proprio sapere”.

Abbiamo rinunciato alla conoscenza come modo di prendersi cura di noi stessi. Pensiamo lo possano fare chirurgia e tecnologia: cioè i consumi di cui Huxley aveva previsto la dolce tirannide 



 
Ma ritorniamo al grido del poeta:
come abbiamo osato anteporre qualcosa all'uomo? Ai ragazzi? Abbiamo messo al primo posto programmi e strutture e i risultati li abbiamo sotto gli occhi.

Concorso di Disegno e Fotografia: Gli amici, la bicicletta e la Valle Olona

G.S.SOLBIATESE               ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA              STELLA C.O.N.I.    per meriti sportivi        ...