sabato 26 gennaio 2013

Giornata della Memoria al Binario 21

Domani Domenica 27 gennaio Iniziativa 21058 parteciperà all' Inaugurazione del Memoriale della Shoah al Binario 21  della Stazione Centrale, dal quale partivano i treni per i lager nazisti .
Il Binario 21, fin dalla fondazione nella nostra associazione, è ricordato sul nostro sito:
 https://sites.google.com/site/iniziativa21058/la-shoah-1


 Saranno presenti l’arcivescovo Angelo Scola, Guido Podestà, Giuliano Pisapia, Ferruccio De Bortoli, direttore de Il Corriere della Sera e presidente della Fondazione Memoriale della Shoah,  il rabbino capo Alfonso Arbib, Giuseppe Laras, Liliana Segre, sopravvissuta alla Shoah e deportata a 14 anni nel campo di concentramento di Auschwitz.

Liliana l' avevamo ricordata così l' hanno scorso a Solbiate
http://iniziativa21058.blogspot.it/2012/01/la-testimonianza-di-liliana-segre.html


Il 30 gennaio 1944 dal binario 21 della Stazione Centrale di Milano una umanità dolente, composta di cittadini italiani di religione ebraica di ogni età e condizione sociale, veniva caricata tra urla, percosse e latrati di cani su vagoni bestiame. All'alba di una livida domenica invernale più di 600 persone avevano attraversato la città svuotata partendo dal carcere di San Vittore su camion telati e avevano raggiunto i sotterranei della Stazione Centrale con accesso da via Ferrante Aporti.Tutti loro, braccati, incarcerati, detenuti per la sola colpa di esser nati ebrei partivano per ignota destinazione. Fu un viaggio di 7 giorni passati tra sofferenza e ansia. I bambini da 1 a 14 anni erano più di 40, tra di loro Sissel Vogelmann di 8 anni e Liliana Segre di 13. La signora Esmeralda Dina di 88 anni era la più anziana.
All'arrivo ad Auschwitz la successiva domenica 6 febbraio circa 500 fra loro vennero selezionati per la morte e furono gasati e bruciati dopo poche ore dall'arrivo. Dal binario 21 era già partito un convoglio con quasi 250 deportati il 6 dicembre del 1943, ne sarebbero partiti altri fino a maggio del 1944.

Nel 2008 così si scriveva su Il binario 21 "...è ancora lì. Oggi in disuso e forse destinato ad essere soppiantato da un centro commerciale o da una discoteca.Per offrire a Milano e alle sue giovani generazioni un memoriale della Shoah e un centro multimediale per la prevenzione del pregiudizio, del razzismo e dell'antisemitismo è dunque nato un comitato composto da enti e professionisti che trasformeranno questo sotterraneo in un luogo di meditazione e di vita.Già centinaia di milanesi hanno firmato per la loro adesione a questa iniziativa che darà alla nostra città un luogo della Memoria alla Stazione Centrale.Aiutiamo i nostri più giovani concittadini a crescere in un mondo più solidale e libero dal pregiudizio.Contro gli orrori della storia recente, contro l'oblio, contro l'indifferenza, per un futuro migliore vi chiediamo di dare la vostra adesione alla raccolta di firme per il Memoriale della Shoah a Milano". Ma domani finalmente:

"Oltre che banale, il male può essere ingegnoso. Usare un deposito nel ventre segreto della stazione Centrale di Milano per caricare su vagoni ferrati uomini e donne, bambini e vecchi come merci, non attirando attenzione. Tenerli stivati anche per giorni, perchè un  treno merci non parte se non è pieno. Creare un sistema meccanico per sopraelevarlo ai livelli dei binari in superficie.E farlo partire.
Una delle macchie più nere e segrete della città sta per essere svelata a tutti i milanesi nella giornata della Memoria (domenica 27 gennaio). Il binario 21 che farà parte del Memoriale della Shoah sarà visibile a tutti, nella sua banale tragicità. Venite a vederlo. Per sconfiggere il male bisogna esporlo".(dal blog http://miracoloamilano.wordpress.com/ )


Il sito  Binario 21 raccoglie testimonianze e documenti:  
qui la storia di come è stato scoperto


“Ciclopasseggiando in Valle Olona“

E stata presentata alla Liuc - Università Cattaneo la Guida “ Ciclopasseggiando in Valle Olona “alla scoperta dei tesori dei paesi l...