lunedì 8 aprile 2013

Lungo il fiume

Film lungo il fiume...



Il filo conduttore del film Lungo il fiume è il Po visto con gli occhi di un regista di sentimenti e di emozioni politiche come Ermanno Olmi. Il racconto cinematografico si snoda alla scoperta di quelle acque e del mondo che vive sulle sue rive; le attività dell'uomo, il fluire dei giorni e delle stagioni, il mutare dell'ambiente. Un tema ecologico assunto come pretesto per allargare la riflessione al rapporto tra uomo, natura sovrannaturale. Il film si apre con una riflessione di Conrad Lorenz sull'uomo e la natura, per proseguire poi sulle note del Messia di Georg Friederich Haendel, diretto da Trevor Pinnock, scandito dai versetti dell'Antico e Nuovo Testamento (tratti da Isaia, da Giobbe, dal libro dei Salmi e da San Paolo) e dalla voce di Francesco Carnelutti che legge alcuni brani del Vangelo di Giovanni. Prendono così vita le immagini del Monviso, con le sorgenti del Po, lo scorrere lungo la pianura, le barche dei pescatori e le chiatte che lo solcano. Intorno, le rive ne accompagnano il corso e vivono, come il fiume, le stagioni: i colori della primavera e dell'estate, i toni accesi dell'autunno che mutano in quelli tenui dell'inverno. E, al termine, l'ultimo tratto del Po, fino al Delta, dove il fluire delle acque sì mescola alla corrente del mare.



Anche Il risveglio del fiume segreto - In viaggio sul Po con Paolo Rumiz, è un omaggio al Po che, come dice il giornalista, "visto da dentro non sembra più neanche Italia". Un percorso che ha avuto inizio da Isola Serafin, tra Piacenza e Cremona, per continuare nei tratti navigabili del fiume, con imbarcazioni di diverso tipo, dalla canoa alla barca a velaI. Il documentario intreccia, in una struttura volutamente frammentaria, i racconti e le riflessioni dei due protagonisti coi loro incontri con barcaioli, pescatori e con un canoista d'eccezione, Francesco Guccini; incontri più o meno brevi che coi protagonisti del racconto condividono la passione per i fiumi. Un road movie in un paesaggio spesso inaccessibile, che attraversa quattro tra le regioni più popolose del nostro Paese, che ancora può rivelarsi, a viaggiatori attenti e curiosi in tutta la sua bellezza naturale e selvaggia.




Purtroppo  Ivano, invece deve girare queste scene per il film "Lungo il nostro fiume Olona"

“Ciclopasseggiando in Valle Olona“

E stata presentata alla Liuc - Università Cattaneo la Guida “ Ciclopasseggiando in Valle Olona “alla scoperta dei tesori dei paesi l...