domenica 12 gennaio 2014

il Capitale Umano

In un paesotto il cui nome finisce in "ate", come Solbiate, è ambientato questo bellissimo film di Paolo Virzì tratto dal thriller di Stephen Amidon, ambientato in origine nel Conneticut. Aldilà delle inutili polemiche, come dice anche il Sindaco di Varese, viene in realtà rappresentata  l’ipocrisia del nostro tempo, ma noi crediamo che contenga anche un messaggio importante per il nostro futuro



da DoppioZero.com

...Sono proprio i ragazzi, con il loro cerchio, a dare al film un senso diverso, a determinare una lettura positiva della storia. Nonostante l’incidente, nonostante il cinismo degli adulti, nonostante il loro infantilismo, sono infatti le figure giovanili a dare nerbo e sostanza alla trama, e soprattutto ai suoi significati. L’interpretazione degli attori, che li incarnano sullo schermo, è meno stereotipata di quella degli adulti, più energica, più spontanea; il racconto prende forza e passione dalla loro presenza in scena.


Serena con il suo casco e la moto – non uno dei soliti motocicli oggi in circolazione, ma una vecchia moto – è lo spago che lega tutto. Lei è vera, non i genitori. Ha le idee chiare, vede bene di che pasta sono fatti i grandi. Ama, fedele e attenta. Personaggio positivo...

...inoltre lo scrive anche la nostra amica Marilena 

Mulino Day: Visite, Arte e buon Cibo sulle rive del fiume Olona

Mulino Day è la festa del PLIS dei Mulini (Parco Locale a Interesse Sovracomunale). I comuni che ne fanno parte sono Parabiago, Legnano, Sa...