lunedì 4 luglio 2016

Solo il 60% delle acque del fiume Olona vengono davvero depurate




Il fiume è malato ma un motivo c’è: solo il 60% delle acque del fiume Olona vengono davvero depurate. Lo sostiene una relazione tecnica presentata alla commissione Ambiente del Consiglio regionale dai tecnici di Alfa srl, il gestore idrico pubblico della provincia di Varese.
Il fiume Olona, devastato da un passato di inquinamento selvaggio, sta lentamente cercando di tornare alla normalità, ma il costante ripresentarsi di schiume che allarmano la popolazione da Varese fino a Milano. Continua sul sito del Corriere della Sera


Sui depuratori varesini del fiume vanno investite risorse a Gornate Olona (che non funziona correttamente neanche dopo 16 milioni di euro di investimenti) e altri ancora come quelli di Olgiate Olona, Cairate, Varese Pravaccio e Cantello che necessitano di urgenti interventi. Ma per arrivare a spendere così tanti soldi bisogna unire tutte le società dei comuni che lavorano da anni in autonomia. A Milano Cap Holding ad esempio gestisce 62 depuratori e prevede 560 milioni di euro di investimenti su tutta la partita del ciclo idrico integrato nella Provincia fino al 2020. A Varese il tempo da recuperare è tanto.


Concorso di Disegno e Fotografia: Gli amici, la bicicletta e la Valle Olona

G.S.SOLBIATESE               ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA              STELLA C.O.N.I.    per meriti sportivi        ...