domenica 22 gennaio 2017

Le giornate per ricordare gli orrori della guerra

Le associazioni iniziativa 21058 e ANPI 
Vi invitano alla Visione del film
IL FIGLIO DI SAUL
Regia di Laszlo Nemes
Giovedì 2 Febbraio ore 21
nell'ambito del CINEFORUM solbiatese
organizzato dall' Associazione Fuori dalle Quinte
e condotto da Matteo Contin


Il figlio di Saul (Saul Fia), opera di esordio del regista ungherese László Nemes è
un film che non può passare inosservato, apparentemente semplice nell’impianto ma studiato nei minimi dettagli, dotato di una forza espressiva rara grazie all’intepretazione magnetica dell'attore protagonista Géza Röhrig, specchio di un dramma interiore che si svolge sullo sfondo dell’orrore dell’Olocausto...

Saul Ausländer (Géza Röhrig) fa parte dei Sonderkommando di Auschwitz, i gruppi di ebrei costretti dai nazisti ad assisterli nello sterminio degli altri prigionieri nelle camere a gas. Mentre è intento a ripulire la stanza degli orrori, tra un’esecuzione e l’altra, Saul avverte il suono flebile del respiro di un bambino, miracolosamente sopravvissuto al soffocamento. Ma Auschwitz non è un luogo in cui sono concessi miracoli, né il minimo sprazzo di pietà, e il bambino pochi istanti dopo il suo ritrovamento viene ucciso da un medico del campo, a conferma della definitiva ed inesorabile assenza di ogni possibilità di assistere ad un gesto umano. In Saul nasce così il proposito irrefrenabile di offrire a quel bambino, nel quale riconosce il figlio, una degna sepoltura, simbolo del disperato bisogno di ribellarsi non tanto alla macchina dell’orrore, vissuta ormai con passiva accettazione, ma all’impossibilità di portare ancora rispetto e dare dignità...

Saul, il cui stesso nome rimanda (oltre al personaggio biblico) alla parola inglese anima (soul), sembra essere l’unico uomo rimasto nel campo in grado di attribuire un valore più alto alla parola salvezza, in una realtà nella quale il mero mantenersi in vita non può bastare più a sentirsi vivo, dopo gli orrori visti e commessi. Unica vera via di scampo, da tale bassezza, è poter combattere, anche solo all’interno del proprio microcosmo, per la salvezza, appunto,  di un’anima, in grado di simboleggiare ed in qualche modo riscattare tutte le altre...
(fonte https://www.cinematographe.it)


          

  
Scheda film
Titolo: Il figlio di Saul
Regia: László Nemes
Cast: Géza Röhrig, Levente Molnar, Urs Rechn, Marcin Czarnik, Todd Charmont, Sandor Zsoter, Jerzy Walczak, Christian Harting, Uwe Lauer, Kamil Dobrowlski
Genere: Drammatico
Durata:  107 minuti
Distribuzione: Teodora Film
Uscita: 21 gennaio 2016


l'invito alla manifestazione ufficiale 
del Comune di Solbiate Olona



PROGRAMMA  DELLA MANIFESTAZIONE
Ore 10.00
Ritrovo presso Scuole Medie e distribuzione stelle gialle di David
Ore 10.30
Partenza da Scuole Medie per visita e sosta al Parco della Memoria, deposizione corona

Ore 11.00
Partenza dal Parco della Memoria per raggiungere il Centro Socio Culturale dove inizierà il:
Il racconto della memoria
Intervento dei ragazzi della scuola primaria e secondaria

Ore 12.00
Visita guidata al Museo Tronconi (riservata ai ragazzi della terza media)

Si invitano la cittadinanza e le associazioni solbiatesi
ad intervenire alla manifestazione



di seguito le altre Manifestazioni in Valle Olona, 
Busto Arsizio e Legnano






Comune di BUSTO ARSIZIO




Anche quest'anno il Centro Arte Danza per la commemorazione della Giornata della Memoria.

IL VENTO DELLA MEMORIA, Teatro Sociale di Busto Arsizio,
Domenica 29 gennaio 2017 ore 21.00. Ingresso €10,00.
I biglietti sono in vendita presso il Centro Arte Danza o presso il Teatro Sociale di Busto Arsizio
info@centroartedanza.com

Lo spettacolo sarà replicato per le scuole lunedì mattina alle ore 9.00 e alle ore 11.00.

Il Vento della Memoria è uno spettacolo di danza per ricordare le vittime della Shoah nel 72° anniversario della liberazione del Campo di Concentramento di Auschwitz (27 gennaio 1945).
La storia è una come tante, tratta da un breve diario scritto da una bambina di Varsavia deportata ad Auschwitz. Ma potrebbe essere una qualunque delle milioni di storie di persone che hanno sofferto e sono morte. Con l'obiettivo di entrare con la mente e con lo spirito (grazie alle immagini, ai video, alle musiche, alle parole e alla danza) nel ricordo di ciò che non deve accadere mai più. In nessuna parte del mondo. Nessun colore della pelle, nessuna distanza politica o ideologica, nessuna religione differente dalla nostra può portare a tutto quello che è stato.



Comune di LEGNANO

In occasione del Giorno della Memoria e del Giorno del Ricordo, l’Amministrazione comunale di Legnano e la sezione cittadina dell’ANPI organizzano una serie di eventi per richiamare i temi che stanno alla base delle due ricorrenze. Gli appuntamenti in calendario si protrarranno per l’intero mese di gennaio e prevedono incontri con testimoni e studiosi delle persecuzioni perpetrate dai nazi-fascisti. Il 14 febbraio si ricorderanno invece gli italiani giuliano-dalmati uccisi o costretti ad abbandonare le loro case dal regime comunista del maresciallo Tito.

24 gennaio ‘17
Sala Ratti Ore 21.00 “Ombre di tormentosa memoria” Spettacolo teatrale di Fabiano Braccini



27 gennaio ‘17
Leone da Perego, ore 20,50  in collaborazione con le associazioni che si occupano di disabili “Storie di bambini disabili, ebrei e nomadi nella Germania del Terzo Reich” con il Prof. Giancarlo Restelli e Renata Pasquetto

Per gli studenti, nei giorni 18, 21 e 28 gennaio ‘17
Cinema Ratti, ore 9.30
Spettacolo “Essere senza destino, ebrei ad Auschwitz”
Lavoro storico-teatrale realizzato dagli Istituti Bernocchi e Dell’Acqua

Giorno del ricordo 2017

14 febbraio ‘17
Leone da Perego, ore 20,50
“ I confini nord-est e l’esodo giuliano dalmata”  con il prof. Marco Cuzzi , docente di Storia contemporanea all’Università di Milano

Paperblog  (PAGINA IN AGGIORNAMENTO)

Concorso di Disegno e Fotografia: Gli amici, la bicicletta e la Valle Olona

G.S.SOLBIATESE               ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA              STELLA C.O.N.I.    per meriti sportivi        ...